Tre Regni: Catturare frecce con le barche di paglia

Zhuge Liang
Catturare frecce con le barche di paglia.
Illustrato da Jinxie Zhong (金协中)

Fare i regali migliori è una cosa che viene dagli amici o dai nemici? Quando uno stratega militare ebbe bisogno di costruire centomila frecce in tre giorni, trovò la soluzione più ingegnosa – un improbabile benefattore che fornisce le frecce direttamente dai suoi archi e dalle sue faretre.

Storia

Dopo che la grandiosa dinastia Han cadde tra eversioni e usurpazioni nel 220 d.C., la Cina si trovò in uno dei periodi più turbolenti che avesse mai conosciuto. Una volta conosciuta come 'Il Regno di Mezzo', la Cina in quel periodo era divisa in tre Stati: il Nord, il Sud-est e il Sud-ovest. La guerra e la lotta interna per il potere e la sopravvivenza che seguirono, divennero note come il Periodo dei Tre Regni.

Numerosi racconti, sia storici che immaginari, sono stati scritti in questi tempi drammatici. Il più famoso di questi è il Romanzo dei Tre Regni. Consacrato come uno dei quattro grandi classici della letteratura cinese, questo romanzo ha immortalato generali, statisti e condottieri di questo periodo come un cast di intrepidi eroi e furfanti traditori.

Questo enorme lavoro del XIV secolo, paragonabile per dimensioni a Guerra e Pace di Lev Tolstoj, racconta molte storie multicolori, vivacizzate da aneddoti semi-immaginari e condite di soprannaturale. La danza classica cinese di Shen Yun del 2015 Catturare le frecce con barche di paglia racconta una di queste storie.

Al centro della storia c'è il cancelliere Zhuge Liang dello stato sud-occidentale di Shu. Nella storia è considerato il più eminente e brillante stratega militare, ma il romanzo gli attribuisce altre imprese fantastiche.

Zhuge Liang
Zhuge Liang.
Illustration by Chengwei Zhao

Contendere il controllo

L'anno è il 208 d.C. e l'esercito dello stato Wei del Nord della Cina sta combattendo a sud nella speranza di formare un impero in tutto il Regno di Mezzo. La forza guidata dall'ambizioso e spietato ministro Cao Cao è enorme ed è incoraggiata dal susseguirsi di vittorie. Quando raggiunge le rive del fiume Yangtze, si accampa e aspetta la prossima battaglia.

Oltre le poderose acque del fiume si trovano gli Stati di Shu e Wu. Intuendo la grande minaccia da Nord e sapendo che erano molto più numerosi, i comandanti dello Stato sud-occidentale di Shu e dello Stato sud-orientale di Wu strinsero un'alleanza, nel disperato tentativo di contrastare l'assalto imminente delle forze di Wei.

Zhuge Liang ebbe il compito di consigliare i generali dell'esercito Shu-Wu e dovette escogitare un modo per opporsi al più forte esercito di Cao Cao da Nord. Il maestro di tattica pensò a una strategia e gli uomini del Sud sperarono in un miracolo.

Il piano

A Zhuge la risposta giunse in modo inaspettato. Anche se il suo Stato Shu e il vicino Wu erano tecnicamente alleati, i generali di Wu non avevano abbastanza fiducia in Zhuge ed erano invidiosi delle sue capacità leggendarie. Persino in un momento come quello, in cui avrebbero dovuto rimanere uniti, la loro gelosia li portò a elaborare un piano per sbarazzarsi di lui.

Lo informarono che stavano progettando un attacco all'esercito del Nord e che avevano bisogno di centomila frecce – una quantità enorme di munizioni. Gli dissero che l'attacco avrebbe avuto inizio entro dieci giorni e che, nonostante questo fosse un compito apparentemente impossibile, avrebbe dovuto trovare un modo per far ottenere loro ciò di cui avevano bisogno, altrimenti sarebbe stato giustiziato. Zhuge, facendosi vento con il suo ventaglio di piume di gru, rispose sorridendo: "Datemi solo tre giorni e non uno di più".

Zhuge trascorse i primi due giorni preparando la sua operazione segreta. Raccolse 20 barche veloci e le equipaggiò ciascuna con 30 soldati. Poi contornò ciascun gruppo di soldati con dei soldati finti ripieni di paglia, un esercito di spaventapasseri.

Il terzo giorno impiegò il suo generale confidente Lu Su (che indossa un abito blu nella danza di Shen Yun) e condusse le barche nelle vaste acque del fiume Yangtze. Lu Su in realtà non sapeva quale asso Zhuge avesse nella manica ed era alquanto nervoso, dato che erano vicini alla riva del nemico.

Frecce come pioggia

Una coltre di forte nebbia coprì l'intero fiume mentre remavano sul territorio nemico. Zhuge ordinò ai suoi uomini di gridare e suonare i loro tonanti tamburi di guerra. Spaventato dal grande putiferio e accecato dalla nebbia, il nemico sorpreso sparò delle raffiche interminabili di frecce dalla riva dirette verso il rumore.

Zhuge dispose la sua flotta di fronte al nemico. Quando le frecce piovvero – più fitte del nevischio e più taglienti della grandine – semplicemente si conficcarono negli uomini di paglia sul ponte della nave, creando un portaspilli a grandezza d'uomo. Una volta che gli uomini di paglia sulle barche ricevettero tutte le frecce che potevano e le barche cominciavano ad abbassarsi in avanti sotto il peso delle frecce, Zhuge girò le barche a poppa. Quando gli uomini di paglia a poppa ricevettero le frecce, le barche riacquistarono equilibrio.

Alla fine, con centomila frecce, Zhuge diresse le navi cariche a riva, dove fu accolto dai generali di Wu che rimasero confusi.

“Come hai fatto a inventare un simile piano brillante?”, chiesero con ammirazione riluttante.

“Un buon generale deve essere esperto, non solo nella strategia di battaglia, ma anche in astronomia, geografia, divinazione e nei principi di yin e yang”, rispose Zhuge. “Ho previsto la nebbia pesante con tre giorni di anticipo e così ho ideato il mio piano”.

Affrontare una scogliera rossa

Grazie al piano magistrale di Zhuge, l'esercito Shu-Wu fu armato adeguatamente e pronto a lanciare un attacco. Zhuge non ebbe scrupoli a combattere con le frecce prese a prestito, perché aveva tutte le intenzioni di ritornare tempestivamente sul campo di battaglia.

Quello che seguì fu conosciuta come la Battaglia della Scogliera Rossa, e quelle centomila frecce furono l'elemento chiave per la vittoria fondamentale per le forze del Sud. Le centomila frecce impedirono l'avanzata di Cao Cao e respinsero quel poco che restava del suo esercito.

Le persone che vissero negli Stati di Wu e Shu rimasero al sicuro. Gli Stati belligeranti della Cina entrarono in una situazione di stallo equilibrato e così iniziò il Periodo dei Tre Regni, un'epoca che ha appassionato allo stesso modo storici e letterati per quasi duemila anni.

A Contemporary Tale of Faith and No Regret-סיפור בן זמננו על אמונה ועל אי-חרטה
China’s Greatest Goats
Outlaws of the Marsh
Journey to the West
The Han Dynasty